È arrivato il 2020 e come tutti gli anni c’è aria di novità.
Perché non portare le novità anche all’interno delle proprie mura di casa?Dal rientro dalle vacanze e dai pranzi in famiglia, quelli che non finiscono mai, sicuramente avrete già adocchiato qualche oggetto o qualche tipologia di arredo, carta da parati, tende o sentito parlare di chissà cosa per rinnovare casa.

Come le decorazioni di questo Natale 2019 erano all’insegna dell’eco-sostenibilità, così lo sono le tendenze di questo fresco 2020: trend all’insegna della natura e delle sensazioni vivaci.
Non potrà mancare sicuramente la ricerca del comfort e della creazione di un luogo dove poter lasciare fuori dalla porta lo stress quotidiano.
Ma vediamo più nel dettaglio di cosa trattano le tendenze firmate 2020.

Comfort zone

Sempre più spazio per le zone di comfort. Stanze adibite al rilassamento -già presente nelle riviste di interior design- si rafforzano sempre più e prevedono tutte le comodità possibili, da un bel divano ad “L” fino ad arrivare ad un tappeto morbido e delle candele per dare un aroma di freschezza e morbidezza che non possono che accompagnare il relax.

Sempre sulla linea del rilassamento misto a momenti di solitudine, la cucina viene progettata come luogo separato, così da non disturbare con rumori o odori chi si sta rilassando (altre novità sulla cucina le vediamo più avanti).

Pareti funzionali

Il 2020 è il trionfo del living moderno dove i re dell’arredamento sono i mobili contenitori, così da non avere solo la funzione di arredo, ma anche di stiva necessaria per il divisorio.
Le parole d’ordine quindi sono:

  • Minimalismo;
  • Linee semplici;
  • Contenitori;
  • Elementi sospesi.

Oltre all’estrosità data dai mobili contenitivi, le pareti diventano forma di espressività.
La carta da parati torna in voga, non solo per il rivestimento ma come vero e proprio decoro. A queste si aggiungeranno strutture in metallo, in legno, luci, disegni che riprendono la natura, e per questi si intende: foreste tropicali, giungle e altre tipologie di piante o rappresentazioni di animali seguite dal grande ritorno della Paglia di Vienna. Per dare ancora di più un tocco ever-green e ambientalista.

Colori

I colori di quest’anno sono all’insegna della luminosità: predomineranno le varietà di rosso, verde e blu. Non a caso il Pantone ha selezionato il #classicblue come colore dell’anno. Ma, eccezione dei colori, va fatta per il bagno: unico spazio della casa che rimane classico sulle tonalità del bianco grigio o beige. Per tutto il resto della casa però, il colore è il protagonista.

Altra sala molto interessante dal punto di vista della cromatura è la cucina, che durante il corso degli anni è diventata sempre di più la sala di varie dispute tra l’ingegnera ed il design.
La cucina è diventata un luogo all’avanguardia che mira a ridurre i consumi con piani ad induzione, aspiratori nascosti per ridurre le emissioni, luci a led a basso consumo e molto altro ancora.
Ciò che stupisce ancora di più, è il colore. Non sarà legato all’eco-green, alla luminosità o alla freschezza, ma all'eleganza. Il colore per la tua cucina 2020 è il nero.
Molti di voi penseranno sia una scelta azzardata, fredda. In realtà il nero è il colore d’eleganza per eccellenza, chic e innovativo per un luogo “tradizionalista” come la cucina.
Per chi continua a remare contro l’idea di cucina elegante-chic per l’uso di un colore troppo cupo e tenebroso, a far ricredere saranno le illuminazioni, i materiali e qualche tocco di vegetazione dato dalle piante. 

Luci

Il tema luce è già apparso durante il Salone del Mobile di Milano, e si è mostrato un tema tutt’altro che superficiale. Oggi giorno, chi arreda casa, architetti o interior designer scelgono con assoluta cura e minuziosità la tipologia di illuminazione per ogni singola stanza della casa.
Faranno da padrone di casa pertanto lampade dalle forme sinuose, eleganti ed appariscenti, dove il metallo farà da specchio ed esalterà ancora di più lo stile della propria abitazione che oltre a seguire le linee dello stile #industrial garantisce anche il riciclo di molti oggetti.

Ultimi ma non per importanza, altri materiali quali l’acciaio, l’oro e l’argento. Utilizzati per i dettagli come le gambe delle sedie o dei tavoli, cornici degli specchi, decorazioni per lampade e altri svariati complementi d’arredo.

E tu, come rivoluzionerai la tua casa?